IT | ENG
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
Logo Tre Colli

IL TARTUFO

Possiamo tranquillamente affermare che siamo nel cuore della produzione di pregiati tartufi. In stagione ogni mattina, il campanello del nostro locale suona diverse volte. Sono i “trifolao”, i ricercatori di tartufi della zona che vengono a portarci il raccolto della nottata passata nella vallata a ricercare il prezioso tubero.

Forse pochi sanno che il nostro comune, Montechiaro d’Asti, non è solo sede di una grande Fiera Nazionale del Tartufo Bianco (la prima domenica di novembre ) ma è sede, nelle regioni "Valle Fameria" e "Valle Boriello", della più grande riserva tartufigena d'Italia denominata "Il Grande Bosco". 

Si tratta di ben 50 ettari nel quale esistono diverse varietà di piante a vocazione tartufigena: la quercia (rovere), il pioppo tremolo (a foglie bianche), il salice ed il tiglio. Il "Grande Bosco" è una tartufaia associativa controllata con decreti regionali e provinciali in cui i vari associati (proprietari dei vari appezzamenti) sono impegnati nella salvaguardia del patrimonio tartufigeno. Infatti per incentivare la produzione dei tartufi che a seguito dei mutamenti climatici (siccità con conseguente abbassamento delle falde acquifere) sta decrescendo non riuscendo più a soddisfare le esigenze del mercato i diversi proprietari hanno coltivato nuove piante tartufigene.

In questa riserva esistono gruppi arborei che producono non solo tartufi "bianchi" ma anche quelli "neri". Nella zona ci sono altre due vallate a vocazione tartufigena che si estendono verso il Monferrato denominate "Valle Seria" e "Valle Vurià" interamente a disposizione dei liberi ricercatori. Seguendo la stagionalità, nella sezione del nostro sito dedicata alla cucina e ai piatti, troverete un elenco delle nostre preparazioni al tartufo.



Appuntamento per 

LA I° DOMENICA DI NOVEMBRE 

a Montechiaro d'Asti